L’ISPIRATORE

Relitti. Spettri di macchine le cui grigie chiglie erano appena intubili a occhio nudo, nel gioco di luci ed ombre creato dal piccolo mondo roccioso che biancheggiava sullo sfondo come un teschio butterato. Aleggiavano, silenti ammassi di metallo, in orbita attorno al pianeta, avvinghiati disperatamente ad esso, unica ancora di

Oltre l’Orizzonte

Daniela Ori, Gabriele Sorrentino, Manuela Fiorini – Oltre l’orizzonte – Racconti tra sogno e realtà. Collana “I Salici” – I libri di Narrativa15x21 – pp. 280 – Euro 15,00ISBN 978-88-6037-7739. Un chimico sulle orme del Conte di Cagliostro, una misteriosa figura di donna che sembra leggere nel cuore delle persone,

IL DONO (25 settembre 1863)

Un uomo che attraversa la città in inverno per cercare una cura per la moglie malata, il ricordo di un’estate dell’infanzia, un simpatico equivoco, una leggenda legata alle fave, le malinconiche atmosfere di una balera e, ancora, le disavventure di un uomoper portare un dono speciale al suo Duca, un

SARA

Dove diavolo avevano messo Sara? Perché non permettevano che la vedesse?Non sapeva da quanti giorni si trovasse lì: del resto, quando hai 81 anni suonati la memoria inizia a far cilecca. Un attimo prima passeggiava con Sara, subito dopo era in un’ambulanza.Poi lo avevano portato lì. Gli era già successo

L’AQUILA

L’aquila planò sulla città devastata. Aveva fatto molta strada dalle montagne dell’Italia centrale per giungere in quel luogo, spinta solo dall’istinto. Mossa da un forza superiore che esulava dal concetto di coscienza, non provava sentimenti per le persone che morivano sotto di lei, non erano le prime che vedeva soffrire,

L’ANTRO PIU’ ANTICO

1Era notte. Gli alberi si ergevano imponenti, inarcati sulla strada e sull’Argentaroggia che s’inoltravavano improvvisi sotto i loro rami frondosi. I tronchi erano grigi al pallido lume delle stelle e le foglie fremevano con un tocco di giallo maggese. Novilunio si avvicinava e la notte era scura e ventosa. Guardò

COMUNICARE

1Appoggiati al bancone del bar, la pista sembrava qualcosa di lontano ed irreale. La musica era più ovattata, con gran sollievo dei timpani; vi era un’escursione termica di qualche grado. La folla dei danzanti era una massa compatta e senza volto. Un tizio con i capelli di tre colori diversi

IL VECCHIO DELLA MONTAGNA

Il vecchio della montagna “Dove siamo? Ho paura!”. Alberto guardava il fratello maggiore con occhi pieni di speranza: solo Stefano poteva aiutarlo.Tutt’intorno a loro la neve cadeva abbondante, rendendo il paesaggio alieno. Un vento gelido soffiava nella valle, sferzando due ragazzi che, inzuppati, cercavano un tenue riparo in una rientranza

DREAM TOWN

Tutto era cominciato con un’offerta da sogno che Paolo aveva trovato su internet: Un’occasione da non perdere.“Dream Tours vi offre un soggiorno da sogno di quindici giorni in una calda isola del Pacifico. Palme, cocktails, belle donne e sole… il tutto su una sabbia color oro. Dream Town, la città

LA BALLATA DEI METALLI

1La Ragazza di Ferro aleggiava tra i frammenti rocciosi che costituivano gli anelli del gigante gassoso. L’autopilota faceva correre la nave alla sessa velocità di orbita del grosso masso dietro cui era celata, così da farle mantenere una posizione fissa nel campo di detriti.Il cacciatore di taglie puntò accuratamente il