INATTESI SPAZI DI VISTA

Inattesi spazi di vista è un percorso di parole e immagini che Artegenti ha pensato per permettere a scrittori, poeti, illustratori, fotografi, pittori di interpretare secondo la propria sensibilità artistica gli angoli più nascosti di Modena, trasformandoli in soggetti di opere d’arte. Artegenti ha selezionato angoli celati o semplicemente dimenticati del centro storico di Modena e invitato scrittori, poeti, fotografi, illustratori, musicisti a scegliere uno dei luoghi proposti dal concorso e trasformarli nel soggetto della propria arte.

Per ogni luogo sono stati selezionati un brano (poesia o racconto) e un’immagine (foto, dipinto, disegno) per questa antologia che, corredata da un profilo storico di ogni singolo angolo, vuole essere una guida artistica della nostra città.

Inattesi spazi di vista è così una guida ove storia e arte possono rendere vivi angoli e palazzi che il tempo ha, spesso, pietrificato in monumenti davanti ai quali il passante transita spesso con fare distratto. Il libro, quindi, arricchito dalla prefazione e da un racconto di Pino Ligabue si pone come completamento di Spazi d’Arte 2008 della cui filosofia è figlio e si è nutrito. Per questo all’evento della Tenda erano presenti tutti gli artisti che hanno partecipato alla kermesse del 11-13 settembre per una festa di Artegenti e di tutta la città.

I luoghi di Inattesi Spazi di Vista sono: La Bonissima, La Statua di Perseo nel cortile del Palazzo Comunale, l’Antico Anfiteatro, i Portici di Via Emilia tra vicolo Squallore e Piazza Mazzini, Corso Canalgrande, Via Santa Maria delle Assi, Istituto Orazio Vecchi, i Giardini Pubblici, Fonte dell’Abisso, L’accademia delle Belle Arti, Piazza della Pomposa e casa di Ludovico Antonio Muratori, La Cittadella, Palazzo dei Musei, Via dei Servi – Vicolo Grassetti – Casa natale di Gian Battista Amici, Via Sant’Eufemia, Largo San Giacomo con statua del Graziosi.

I tessitori di parole sono: Monica Elisabetta Amaduzzi, Cleide, Giuseppe Benassi, Sara Bosi, Roberta De Piccoli, Patrizia Carretti, Simone Covili, Giulio Ferrari, Elena Fini, Manuela Fiorini, Pino Ligabue, Giorgio Mattei, Daniela Ori, Marco Panini, Anna Perna, Adalgisa Pini, Massimiliano Prandini, Roberto Vaccari.

I creatori di immagini: Anna Lisa Altariva, Lorenza Cabassi, Federica Carboni, Luca Castignani, Daniele Forghieri, Liliana Medici,Giacomo Papotti, Mattia ScappiniIl reading “La Tenda” è stato il primo di una serie di eventi che avranno lo scopo di far conoscere ai modenesi il centro storico della propria città. La guida, infatti, vuole essere una prosecuzione di Spazi d’Arte 2008, una ponte lungo dodici mesi in cui una serie di iniziative accompagneranno il pubblico verso Spazi d’Arte 2009.