ChIaRiMenTo DoVuTo

Questo post è solo per chiarire che nessuno degli scrittori ha OFFESO il primo Anonimo giunto in questa terra nascosta che è XOMEGAP.

Pertanto invito L’anonimo a continuare tranquillamente a commentare con le sue SINOSSI i nostri racconti. Le critiche come le lusinghe, se costruttive son bene accette.

Rimane comunque inevitabile che anche altri possano esprimere i loro pensieri sia sui RACCONTI che sui COMMENTI.

Sta di fatto e ribadisco che gli Scrittori sono estranei a tutti i commenti fatti dagli Anonimi 😉

Lancio un sorriso a chicchessia e porgo un inchino a vossignoria
Sempre vostro – Bookmaster 🙂

10 Commenti

  1. A me l’Anonimo delle Sinossi (così ribattezzato, per distinguerlo da altri anonimi) sta simpatico.

    Però mi sto chiedendo: chi è? 😀

    Sarebbe carino si firmasse, visto che, si sa, apporre una firma o un nick è cosa gentile e buona e giusta 🙂

    Un saluto.

  2. Gabriele

    Concordo pienamente. Ogni critica è ben accetta, sia essa positiva o negativa.
    Piacerebbe anche a me sapere sia chi è “Anonimo Sinossi” sia chi è “Anonimo che non ha gradito la sinossi”: noi dobbiamoa ccettare le critiche di “Sinossi”, lui deve accettare l’opinione dell’altro Anonimo.
    Entrambi dovrebbero firmarsi altrimenti non sappiamo come chiamarli!!!!

  3. Max

    Anche a me ‘Sinossi/morale’ è simpatico. Anzi prendo spunto per ri-dire che secondo me anche i commenti tra di noi (per primi i miei, s’intende) dovrebbero essere un po’ più graffianti e ragionati. Io sono interessato SPECIALMENTE a sapere che cosa non va nei miei, altrimenti che ‘laboratorio’ siamo?

  4. Anonimo

    Boy- you’re gonna carry that weight
    Carry that weight a long time
    I never give you my pillow
    I only send you my invitations
    And in the middle of celebration
    I Break Down
    (J. Lennon, P. Mc. Cartney)

    Che dire, la curiosità è donna. O come direbbe Geppetto è di legno. In epoca postmoderna è certamente gay. Il narciso è maschio invece, non c’è dubbio ed è un fiore.
    Per quanto riguarda l’anonimato mi sembra che una firma io c’è l’abbia già. Si chiama stile. Ma se volete darmi una firma mi va bene “Anonimo delle sinossi” sempre meglio che “Omonimo del sig. Rossi” buono sarebbe anche “Acronimo della sintassi” Questo ultimo però mi da di missionario e io invece sono un tipo da spiaggia o meglio spiaggiato.
    Per quanto riguarda l’altro anonimo: Venti ha un alibi? Dove era e cosa faceva il 17 novembre alle 14,32? Non è che era proprio al computer? Sapete, perché la risposta di quel anonimo ha il sapore di “editto dell’autore incazzato” e non di “critica del lettore appassionato”.
    Comunque apprezzo la sportività di tutti gli altri/e. Le olimpiadi invernali sono vicine. Bevete Coca Cola.

  5. Gabriele

    Allora vada per ANONIMO DELLA SINOSSI, magari tutto maiuscolo.
    Non devi ringraziarci per la sportività, tutti noi quando abbiamo deciso di scrivere un blog lo abbiamo fatto proprio per migliorarci e quindi le critiche costruttive sono utilissime.
    L’unico appunto che posso fare alle tue sinossi – per altro godibili e molto circostanziate – è che , fin’ora, mi sono sembrate molto un po’ saccenti e polemiche nei nostri confronti amche prima che Anonimo 2 (sono sicuro Venti sia innocente)rispondesse male.
    Questo è ovviamente nel tuo diritto ma mi sorge il dubbio che tu preferisca stigmatizzare i difetti dei nostri racconti piuttosto che cercarci eventuali pregi.
    Per questo ti avevo chiesto, al di là del nome, di parlarci un po’ di te: sei uno scrittore anche tu o solo un lettore molto puntiglioso?
    Da dove scrivi? Qual’è il tuo genere di racconto?
    Capirlo ci aiuterebbe a comprendere meglio le tue critiche.
    Un’ultima cosa: perché non posti un qualche tuo racconto sul blog, se ne hai scritti, come ospite, in modo da mostrarci cosa intendi per racconto ben scritto?
    Viva la Coca Cola!

  6. Visto che in questa bella riunione di famiglia manco solo io eccomi qui.
    Abbiamo deciso di pubblicare su internet i nostri racconti ben sapendo che la gente che sa leggere va dai 5 ai 120 anni e che ognuno di loro possiede una testa, un cuore e uno stomaco diversi con cui può commentare quello che legge.
    Il pubblico è pubblico.
    Quindi, Anonimo/sinossi, continua pure la tua opera di critica. Magari, se puoi/barra/vuoi, rendendola oltre che pungente, anche un po’ più costruttiva. Thanks.
    Posso chiederti quanti anni hai?

  7. Venti

    Ero al pc, e quando ho guardato i commenti ci ho trovato anche quello.
    Non passo spesso per il blog visto il traffico che c’e’, e cosi’ sono andato a vedere quando Bookmaster mi ha detto che c’erano dei commenti nuovi.
    E ammetto che anch’io le ho trovate piuttosto saccenti e polemiche, come ha scritto il buon Gabriele qui sopra.
    In effetti, sa si potesse calare il sarcasmo e aumentare i commenti costruttivi, sarebbe anche meglio secondo me.

  8. Anonimo

    Cara Eliselle,
    viste le tue foto, come mi piacerebbe dirti chi sono… E invitarti a cena. Magari regalarti una grossa valigetta a forma di cuore, cioè un porta-trucchi in plastica color maialino, personalizzato con un adesivo dei Sex Pistols. Ma a fine serata vorrei qualcosa in cambio e, mannaggia, non sta bene. Ma mi sto divertendo troppo a sperimentare, usando voi come cavie, i pregi dell’anonimato. Antinomico all’esibizionismo, l’anonimato mi sembra ugualmente divertente. Vedete, ci sono già più post che parlano di me, che quanti descrivono un vostro racconto. Niente male no? Non sarebbe meglio incominciare a parlare dei vostri racconti?
    Fatemi sperimentare ancora un po’ dunque, e capirci un po’ di più di come funziona l’anonimato. Chissà se ci saranno emulatori, copioni, adepti. O chissà se tutta questa mia silenziosa vivacità sarà congelata viva, come i branzini e le sogliole. Fatemi scrivere ancora qualche critica, che mi diverte…

  9. Ah ma potevi dircelo subito che eri un esibizionista in cerca di pura gloria personale 😀

    Rovesciando la questione, potevamo capirlo subito pure noi 😛

    E vabbè, sarà che noi tutti ci eravamo illusi che fossi qui perché l’ambiente, nel bene o nel male, ti spingeva a leggere e a commentare. ‘Naggia!

    Pazienza, sarà per la prox 🙂

I commenti sono chiusi.